<STRANE VISIONI>
GIANNI SARTORIO

GIANNI SARTORIO> lunedì 27 marzo 2006
incontro con l'autore alle ore 19.00
proiezioni dalle ore 20.00
fine ore 22.00

 

Gianni Sartorio

Un medico “prestato” al cinema. Viaggiatore curioso e buongustaio, perennemente impegnato con la sua associazione, International Help www.internationalhelp.it , a reperire fondi per realizzare progetti umanitari nelle zone “calde” del mondo, da alcuni anni ha deciso di fissare per immagini situazioni, personaggi, storie che hanno attraversato la sua vita.
A giudicare dai risultati, un’ottima scelta.

Gianni Sartorio
Torino 25/6/48
Medico radiologo

1986-Befund 491 di O. Di Mauro. soggetto e interpretazione.
girato a favore della campagna antitabacco di Legambiente:
Anno 2024 dopo la Bomba. Un archeologo viene invitato a esaminare tre reperti appartenenti alla lontana e irrazionale Età Atomica. Una sigaretta, un accendino e un portacenere. Le ipotesi sul loro uso sono le più disparate. Nel film un cameo per lo stesso Claudio e per Steve della Casa.


2000-"Zona 18 -Limon Guatemala" di C.Paletto. soggetto.
La vita di don Piero Nota, prete scomodo da sempre al servizio dei poveri, prima a Mirafiori, poi, dal 1985, nella bidonville di Limon, a Citttà del Guatemala.


2001-"Aden" regia.
Mohamed Aden Sheikh, medico somalo. già ministro della Sanità, poi imprigionato per 6 ani da Siad Barre in condizioni disumane. Liberato grazie a Amnesty International, eletto per una legislatura al Consiglio Comunale di Torino e ora di nuovo attivo nell'invio di aiuti e alla ricerca di una soluzione politica per il suo Paese.


2003-"Tango Pobre" regia con V. Pasquali.
Nato come prodotto "secondario" di una missione umanitaria in Argentina di International Help, acquisisce vita propria in uno spaccato della crisi acuta di una società alla fine del 2002.


2005-"Comedor n° 5-Santiago de Cuba regia.
altro film di illustrazione di una realtà dura e contraddittoria come quella cubana, appena dietro al paravento della ideologia e del paradiso tropicale, nato durante un viaggio di solidarietà a Caritas da parte di International Help.


2006-"Noi non abbiamo vinto?" regia.
Anni '67-'77 i cosiddetti anni di piombo, in realtà un periodo di grande entusiasmo, allegria e partecipazione che, pur se segnato anche dalla violenza, ha lasciato un retaggio di forte cambiamento sociale e culturale Attraverso le testimonianze di una quindicina di testimoni, prevalentemente torinesi di sinistra, ma anche di centro e di destra.


2006-"Livorno" titolo provvisorio in fase di montaggio-regia.
Un film nato dalla amicizia tra International Help e i calciatori amaranto Protti e Lucarelli, volto a raccontare l'epopea di una squadra proletaria ma trasformatosi presto nella storia di una città sconosciuta ai più, ma ricca di grandissima originalità e di un patrimonio ineguagliabile di accoglienza e umanità.